21 settembre 2012

Libri VS Film - Sfida n° 17

A volte vorrei parlare dei film che mi capita di vedere, ma poi penso che un blog di libri non sia il posto giusto. Allora penso di parlare dei film tratti dai libri, questa cosa avrebbe senso, no? Ma quello che ne viene fuori non è mai una recensione, ma continui paragoni tra due opere dalla struttura tanto diversa. E così nasce questa rubrica (che posterò di giovedì)  in cui mi divertirò a mettere sul piatto della bilancia un'opera letteraria e una cinematografica e vedere da che parte penderà l'ago.
LIBRO VS FILM
chi vincerà?

Sul piatto della bilancia Ho Sognato di te di Ben Sherwood e Segui il tuo Cuore con Zac Efron.

Vince il libro! 

Intanto mi scuso perchè oggi è venerdì, e di solito posto questa rubrica il giovedì. Sono in ritardo di un giorno, ma nonostante avessi iniziato la settimana galvanizzata al massimo... mi sono ammalata ;_;
Immagino comunque che a nessuno interessi un resoconto dettagliato delle mie coliche, quindi veniamo al libro vs film di oggi.
Segui il Tuo Cuore (titolo di un banale incommentabile) l'ho visto quest'estate a distanza di 5 anni circa dalla lettura del libro, una scelta a mio parere sempre a favore dell'obiettività, in quanto vengono meno i continui riferimenti (inevitabili) che si tendono a fare quando si è concluso da poco il romanzo. Nonostante tutto il film mi ha leggermente annoiato.
Ho trovato carinissimo Zac Efron (no, non gli sbavo dietro, ma nemmeno lo crocifiggo per aver ottenuto il successo con High School Musical), un po' meno Amanda Crew, ma non nego che la protagonista ogni tanto mi stesse antipatica anche nel libro, ma per motivi diversi e comunque voluti dall'autore stesso: doveva apparire esageratamente sicura di sè, e ci riusciva benissimo.
Insomma le premesse erano ottime. La storia semplice, ma adorabile che ci parla di quanto siano forti i legami affettivi e di come riescano ad andare oltre la vita stessa. Il romanticismo ben dosato e non mieloso (come nel romanzo d'altronde) che ci fa fare i giusti sospiri... ma è stata proprio la sceneggiatura - lenta - a farmi sbadigliare... Mi sono persa nei tristi occhi del piccolo Sam, morto troppo presto, quando ancora voleva giocare a baseball con il fratello maggiore Charlie e nell'altrettanta tristezza di quest'ultimo, legato a una promessa, ma combattuto dai nuovi battiti del suo cuore. In breve se analizzo il film a settori, se estrapolo le singole caratteristiche, posso solo dire, "sì, perfetto", ma se poi butto tutto nel calderone allora dico "no, qualcosa non ha funzionato".
Ne esce un film piacevole, ma anonimo. Un film come tanti, ma che poteva distinguersi. Il romanzo invece è molto, ma molto carino (qui la recensione) e ve lo consiglio.

E secondo voi?
Libro o Film?

3 commenti:

ramona ha detto...

io per ora ho visto solo il film, e devo dire che in alcuni punti mi sono pure commossa :) (ho la lacrima facile :P )

Mr Ink ha detto...

Il film l'ho trovato davvero carino :)

SilviaLeggiamo ha detto...

Pure io non nego di essermi commossa soprattutto verso la fine, e non nego che tutto sommato mi sia anche piaciuto, però la prima metà mi ha annoiata, forse l'influenza del libro si faceva sentire anche a distanza di anni ^^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...