14 settembre 2017

Recensione, LA MACCHINA DEL TEMPO di H. G. Wells

Lettori bentrovati, oggi nuova recensione e si parla di classici. Tornata dalle ferie ho dovuto riprendere la solita routine e mi serviva una lettura "sicura" così mi sono buttata su Wells che da ragazzina avevo adorato con L'Uomo Invisibile (in foto vedete la mia vecchissima edizione Newton). Pronti a fare un salto nel futuro?

La Macchina del Tempo di H. G. Wells

| Newton Compton | € 5,90 | pag. 288 | 

Creatore di veri e propri miti destinati a durare nel tempo, Wells ottenne uno straordinario successo, che dura tuttora ininterrotto, perché i progressi della conoscenza e della tecnica non hanno minimamente intaccato la capacità di emozionarci, esaltarci o spaventarci davanti a queste mirabili storie. In "La macchina del tempo" appare per la prima volta un mezzo meccanico in grado di trasportare avanti e indietro nel tempo chi sappia maneggiarlo. Un gentiluomo inglese, scienziato dilettante, racconta agli amici il suo viaggio nel lontano futuro che è riuscito a realizzare attraverso quest'ingegnosa macchina. Negli esseri creati in laboratorio dal Dottor Moreau rivive l'incubo della creatura di Frankenstein...
Voto:

La Macchina del Tempo è il quarto classico di un 2017 che mi sta portando sempre più spesso a guardarmi indietro anziché in avanti. Con il romanzo di H. G. Weels ho potuto fare entrambe le cose colmando oltretutto una lacuna imperdonabile dal momento che è proprio con la trasposizione cinematografia di questa opera che si è consolidata la mia smodata passione per i time travel. L'Uomo Che Visse nel Futuro del 1960 è forse uno dei miei cult preferiti, ed ero davvero curiosa di scoprire in cosa si differenziasse dal romanzo. Non tanto a dire il vero, tranne che Hollywood, per rendere la trama più appetibile, ci ha infilato dentro la classica storia d'amore di cui a Wells fregava sicuramente zero.

Scritto nel 1895 racconta la storia di un eccentrico inventore di cui non ci è mai dato sapere il nome (probabilmente H. G. Wells in persona!) che attraverso la scoperta della quarta dimensione ha capito come poter viaggiare nel tempo, ma sembra che nessuno dei suoi amici gli creda finché una sera, trafelato e con abiti sporchi, non rientra a casa asserendo di essere stato per otto giorni nel 802.701 Dopo Cristo.
E così inizia l'incredibile racconto di un viaggio senza pari, il racconto di un mondo solenne, abitato da uomini intellettualmente evoluti che hanno saputo sottomettere la natura con l'intelligenza e l'istruzione. È questa la prima impressione del Viaggiatore, che crede di trovarsi in una situazione di agio e sicurezza, in un mondo bellissimo e bizzarro in cui piccole creature, esserini glabri non più alti di un metro, si esprimono attraverso un linguaggio a lui sconosciuto. Scoprirà ben presto la totale inettitudine di questo popolo (gli Eloi) capace solo di mangiare frutta, bagnarsi nel Tamigi, accoppiarsi e dormire. L'umanità del futuro è decadente e priva di stimoli e nella mente del protagonista poco alla volta prendono forma le teorie più disparate su come possa essersi evoluta (o meglio, involuta) la specie. Solo Weena sembra capace di provare qualcosa - riconoscenza - perché dopo che il Viaggiatore la salva dalle acque davanti all'indifferenza totale dei suoi simili, si trasforma in una sorta di cucciolo che non vuole abbandonare il suo padrone (nel film invece è una formosa bionda in grado di far perdere la testa a George...).
Non mancano continui parallelismi con la realtà del XIX Secolo (la perdita dei valori, le spaccature sociali tra ricchi e lavoratori, l'eterno conflitto uomo/macchina), e il panorama diventa ancora più abietto con la scoperta dei Morlock, gli abitanti del sottosuolo. Poco alla volta, in un costante crescendo di suspense, quello che prende forma è un romanzo assolutamente innovativo, originale, a tratti cinico, precursore addirittura del genere steampunk. Un romanzo che ha goduto di un successo immediato nonostante i numerosi cambiamenti che Wells non smetteva di apportarvi; un'iniziale pubblicazione a puntate non ha impedito al pubblico di appassionarsi immediatamente all'argomento, l'allievo di Thomas Henry Huxley (Il Mondo Nuovo) aveva talento e la fantascienza trovava nuove radici.

"Che peccato che lei non sia uno scrittore di romanzi!" esclama un amico del Viaggiatore del Tempo dopo averlo ascoltato. Be', lo era. E se per un fortunatissimo caso non vi siete mai imbattuti nel film, leggete questo gioiellino, ve lo godrete come non mai e scoprirete qualcosa che nella pellicola hanno omesso. Cosa ci sarà dopo l'anno Ottocentomila?

L'Uomo che Visse nel Futuro (1960)




Acquista su Amazon

 

11 settembre 2017

Liebster Award 2017

Liberi di Scrivere mi ha taggata per il premio e nonostante non partecipi quasi mai a queste iniziative per mera pigrizia, oggi ho pensato bene di fare uno strappo alla regola (in parte).


Promuovi un blog
Promuovo La Leggivora. Se amate il romance, e chi lo recensisce senza peli sulla lingua, non potete perdervi il blog di Poschina. Io mi scasso dalle risate!

Rispondi alle domande
  1. Preferisci leggere di giorno o di sera?
    Preferirei leggere la sera, ma ultimamente sono così stanca che dopo tre pagine crollo. Invece la mattina, in corriera, è il momento in cui mi butto a capofitto tra le pagine di un libro. E guai a chi mi toglie quei quaranta magici minuti.
  2. Cosa scatta dentro di te quando decidi di iniziare a leggere un libro?
    D'istinto direi la "speranza". Spero sempre che il libro che sto per iniziare possa diventare uno dei miei must, ma visto che sono una rompipalle criticona capita raramente.
  3. L’autore più trascurato, ma che tu da sempre adori.
    Mhhh... quando si parla di autori di thriller psicologici si nomina sempre Wolf Dorn, ma a mio avviso Sebastian Fitzek è molto meglio. E in tanti ancora non lo sanno ;)
  4. Un motivo per cambiare opinione
    Uno solo? Io adoro cambiare opinione!
  5. Narrativa o Saggistica?
    Narrativa, anche se ci sono dei saggi che adoro, soprattutto quelli a sfondo storico/criminale.
  6. Il più grande scrittore di tutti i tempi.
    Amo troppi scrittori per citarne uno solo.
  7. Ascolti musica mentre leggi, o preferisci il silenzio?Non ascolto mai la musica mentre leggo, ma non ho nemmeno bisogno del silenzio totale. So isolarmi alla grande!
  8. Cosa non sopporti di leggere in un libro?
    Non sopporto quegli autori che per far breccia nel cuore dei lettori parlano di argomenti sociali forti senza sapere realmente di cosa stanno scrivendo. Non mi piace chi vuole vincere facile insomma.
  9. Hai mai pianto leggendo un libro?
    Certo che sì. Piangere è fondamentale per me. Quando ho letto Il Cavaliere d'Inverno è intervenuta la protezione civile per salvarmi dalle acque...
  10. Il film più bello tratto da un romanzo.
    Big Fish di Tim Burton. Quando il cinema supera la letteratura.
  11. La poesia più bella che hai letto. (Citami alcuni versi).
    La prima che mi viene in mente è di Pablo Neruda "T’amo senza sapere come, né quando, né da dove,t’amo direttamente senza problemi né orgoglio: così ti amo perché non so amare altrimenti"
Undici cose su di me
  1. Sono una gattara.
  2. Odio cucinare praticamente tutto tranne piadine, tigelle, crescentine, pizze e cheesecake. 
  3. Tengo il 99% delle mie cose in disordine, tranne i libri.
  4. Sono una fanatica di piatti, tovaglie, bicchieri e - udite udite - tovaglioli di carta. Di questi ultimi ne compro in quantità, basta che siano colorati, originali, di tendenza e chi più ne ha più ne metta.
  5. Amo l'estate solo quando sono in vacanza, altrimenti viva la copertina, la tisana e il caminetto accesso.
  6. Odio il rosa, eppure mi ci sono tinta i capelli.
  7. Adoro il diy (do it yourself) e ultimamente sono in fissa con il card making (basta sbirciale il mio profilo instagram e capirete xD)
  8. Sono pigra. Tanto pigra. 
  9. Non amo serie e saghe. E questo vale sia in ambito letterario che televisivo.
  10. Faccio un lavoro che da 1 a 10 mi soddisfa -5.
  11. Abito in una valle e non tornerei in città per tutto l'oro del mondo. (oddio, non proprio, ma il concetto credo sia chiaro!)
Adesso dovrei taggare altri blog e fare nuove domande, ma qui casca l'asino, perché io premio - come sempre  - tutti (la pigrizia ha il sopravvento, oltre che la paraculaggine). Se avete voglia di farvi conoscere o semplicemente di raccontarvi un po' ai vostri lettori, partecipate!!!

4 settembre 2017

Recensione, LA FIDANZATA di Michelle Frances

Buongiorno lettori, oggi si riparte con le review e il primo libro di cui vi parlo è il titolo che mi ha tenuto compagnia durante la prima parte della mia vacanza. Una vacanza iniziata non proprio al top, ma per fortuna ero in buona compagnia!

La Fidanzata di Michelle Frances

| Casa Editrice Nord, 06/072017 | pag. 443 | € 16,90 |

Laura sa di essere una madre iperprotettiva e - in fondo - gelosa di suo figlio Daniel, un brillante neolaureato dal futuro luminoso. Cosi, quando Daniel le presenta la sua nuova fidanzata, Cherry, lei si impone -di essere gentile e addirittura invita la ragazza per qualche giorno di vacanza nella villa di famiglia a Saint-Tropez. Ma tutti i suoi buoni propositi vanno in frantumi quando scopre che Cherry si fa riempire di regali e, soprattutto, ha mentito a Daniel riguardo al suo passato e al suo lavoro. E poi c'è sempre quella sgradevolissima sensazione che Cherry nasconda un lato oscuro e che stia tramando per metterla in cattiva luce col figlio. No, Laura non può rimanere a guardare mentre una spregiudicata arrampicatrice sociale cerca di rubarle Daniel. Deve agire. Ma sta per commettere un errore imperdonabile... Cherry odia la sua vita. E adesso, finalmente, ha la possibilità di riscattare tutte le umiliazioni subite in passato grazie all'amore di Daniel. Un ragazzo ricco, bello, generoso. Peccato che tra lei e la felicità ci sia ancora un ultimo ostacolo: l'invadente, onnipresente Laura. Cherry è convinta che, dietro un'apparenza di sorrisi e buone maniere, Laura la disprezzi e sia disposta a tutto pur di tenerla lontana da Daniel. E allora l'unica soluzione è screditarla, farla apparire come una madre paranoica e pericolosa agli occhi del suo stesso figlio. Sì, sarà proprio Daniel l'alleato più prezioso per rendere l'esistenza di Laura un inferno. E per conquistarsi così la vita da favola che lei ha sempre sognato...
Voto:
 

Estate, vacanze, mare, ombrellone e, ovviamente, thriller.
La Fidanzata è il romanzo che mi ha tenuto compagnia durante il viaggio verso la Calabria e, ahimè, anche durante la mia breve e penosa malattia. Senza farla troppo tragica, sappiate che appena ho messo piede sulla punta dello stivale mi sono beccata una bella congestione, ma nemmeno la nausea, la febbre e altro che non sto qui a specificare, mi hanno fermata. Sono rimasta in catalessi per due giorni, ma nei momenti di veglia a farmi compagnia c'era il romanzo d'esordio di Michelle Frances.
I thriller psicologici sono uno dei miei generi preferiti e amo follemente gli antieroi. Amo odiare i personaggi e devo dire che Cherry, con il suo prepotente bisogno di non stare mai un passo indietro a nessuno, è entrata con tutti gli onori nella mia best hate list.
Anche Laura, l'ipotetica futura suocera, ha rischiato di farle compagnia. Troppo chioccia, troppo mamma, troppo presente. Una donna realizzatasi esclusivamente in ambito professionale che negli anni ha tentanto di lenire il dolore per il fallimento del suo matrimonio prodigandosi perché al figlio non mancasse mai nulla. D'altronde una madre sa sempre di cosa ha bisogno il suo bambino. Be' sì, ma non quando si parla di un uomo. Daniel è l'oggetto del desiderio. Giovane, bello, con un promettente futuro da chirurgo; vizia le sue donne impedendo loro di stare al proprio posto e se Cherry lo vuole a tutti i costi perché rappresenta l'occasione della sua vita, il mezzo attraverso il quale potrà seppellire il suo miserabile passato sotto gioielli scintillanti e abiti firmati, Laura tende spesso a dimenticare che un figlio non è un investimento o una proprietà, ma un essere umano.
E così, dopo le presentazioni ufficiali, dopo imbarazzanti tentativi di andare d'accordo, l'eterna lotta nuora/suocera ha inizio e si sa, in guerra e in amore tutto è lecito.
Non aggiungo altro perché pur essendo un thriller non c'è assolutamente nulla da scoprire, ma quello che ti porta a sfogliare ininterrottamente le pagine è l'insano bisogno di vedere fino a che punto si spingeranno le due donne. Cherry, con la sua forza vitale quasi minacciosa, userà ogni arma in suo possesso per impedire a Daniel di scorgere la verità, ma forse il colpo basso più infimo, la crepa che squarcerà il muro, sarà opera proprio da Laura.
Solo il finale ho trovato troppo veloce e poco coraggioso, dopo aver creato personaggi talmente imperfetti, contaminati dal mal di vivere e dal troppo amore, Michelle Frances poteva osare di più e forse lo squarcio che mi aveva aperto nel petto non si sarebbe rimarginato così in fretta. Però un esordio decisamente valido. Anche un po' contagioso. E decisamente nocivo.

P.S. Visto che durante le vacanze ho visto pure mia suocera, state tranquilli, sta bene e gode di ottima salute. Per ora.

Acquista su Amazon

31 agosto 2017

Le Uscite di Settembre 2017

Buongiorno lettori!
Ma che strano mi fa riscrivere un post dopo diverse settimane di cazzeggio silenzio, ma domani è settembre e mi sembrava giusto riattaccare la spina.
Raramente mi perdo qui sul blog a raccontarvi quelli che sono solo fatti miei (me la tiro in stile Raz Degan), ma agosto è stato un mese di piccoli e grandi cambiamenti. Io che spesso vivo giorno per giorno sto guardando avanti, sto cercando di buttare delle basi per un futuro lavorativo non dico più stabile, ma quantomeno diverso.
Poi, complice una bellissima congestione e qualche altro piccolo problema di salute, sono scesa a patti con la mia intolleranza (non allergia!) al glutine e l'ho parzialmente abolito dalla mia dieta. Devo dire che fare la spesa è complicatissimo, il pane me lo devo preparare da sola perché o non lo trovo, o mi costa un rene, idem biscotti e merendine, però dai, senza crepare di fame ho perso quattro chili e sto molto meglio.
Finito il pippone parliamo di libri e iniziamo proprio sbirciando le prossime uscite!

La Phillips si deve sempre citare, ma stendiamo una valle di veli sulla grafica di copertina...
Esce poi il volume unico che contiene la trilogia Firebird e immagino la gioia di chi si è comprato il primo libro, poi il secondo e che adesso - se vuole sapere come finirà - si deve comprare l'uno, il due e il tre in un botto solo!
Apprezzo la scelta editoriale di non aver interrotto la serie (a quanto pare le vendite non sono state soddisfacenti), però... però... però... però non dico niente, è meglio.
Del resto, tutto quello postato qui sotto, mi ispira. Da La Bellezza è una Ferita (titolo stupendo) a Un Frammento di Mondo in cui viene romanzata la vita del pittore Andrew Wyeth.
A proposito di arte, altra mia grandissima passione, presto vi parlerò di due testi dedicati rispettivamente a Raffaello e Van Gogh.
Restate sul pezzo quindi, se ci siete voi, ci sto pure io!


Einaudi

 
| Il Sentiero di Peter May |
Un uomo fradicio e intirizzito si risveglia su una spiaggia sconosciuta. Non ricorda nulla, né di quel che è successo né di sé: ogni memoria è svanita. Aiutato da un'abitante del luogo, recupera qualche brandello della propria identità. Vive in un cottage sull'isola di Harris nelle Ebridi, e sta conducendo delle ricerche sul mistero di tre guardiani scomparsi nel 1900 dal faro locale. Ma i file che dovrebbero contenere i capitoli del libro sono vuoti. L'unico indizio è una mappa su cui è tracciato un sentiero, la Via delle Bare, che attraversa l'isola. L'uomo non sa dove conduca, ma sa che seguirlo potrebbe essere il solo modo di ritrovare sé stesso e la verità. Con la consueta maestria, Peter May ci riporta fra i panorami incantati delle isole Ebridi in un romanzo che intreccia i colpi di scena di un thriller alle emozioni di un viaggio nell'anima, e nel futuro, dell'umanità.
Dal 5 Settembre 2017.

Marsilio

 
| La Bellezza è una Ferita di Eka Kurniawan | pag. 498 |
Il villaggio di Halimunda, nel cuore dell'isola di Giava, incanta da sempre abitanti e forestieri con le sue storie. Dalla principessa Rengganis, che sposò un cane perché nessun uomo era degno di lei, a Ma lyang, che volò via da una rupe anziché rassegnarsi a un'esistenza infelice, una moltitudine di anime bizzarre e tormentate ha popolato la comunità di pescatori nel corso dei secoli. L'ultima erede di questa genia di figure prodigiose è Dewi Ayu, la prostituta più richiesta del bordello di Marna Kalong, madre di quattro irresistibili figlie. Le loro vicende di passione e dolore, lusinghe e violenza, si intrecciano alla storia dell'Indonesia del Novecento: all'avidità del colonialismo europeo e alla ferocia dell'occupazione giapponese, al sangue della rivoluzione comunista e alla brutalità della dittatura. Eka Kurniawan dà forma a una saga caleidoscopica, ricca di magia, che è al tempo stesso il ritratto di un paese affascinante e una lucida e accorata lezione d'amore.
Dal 31 Agosto 2017.

Giunti

 
| Un Frammento di Mondo di Christina Baker Kline |
La prima volta che si vedono è a casa di Christina. È una bella giornata di luglio e Andrew Wyeth è un giovane artista esile e sorridente, che bussa alla porta della fattoria in cerca di un po’ d’acqua per diluire i colori. Tra loro scatta subito qualcosa di speciale: il pittore è completamente ammaliato da Olson House e dai suoi singolari abitanti. Blocco sotto al braccio e pennelli in mano, Andy torna molte altre volte, da solo o con la moglie, per ritrarre quella casa piena di fascino, popolata da antichi ricordi e misteriose leggende. Christina vive sola col fratello, in un mondo piccolo nel quale il suo corpo fragile e ferito può orientarsi a occhi chiusi. Così diversi, Andy e Christina, eppure così simili: due spiriti curiosi, vivaci e resilienti, tra cui nasce un’intensa amicizia. Andy spezza la monotonia delle sue giornate, apprezza l’intelligenza e l’arguzia di Christina senza mai compatirla per il suo handicap fisico. Ma, soprattutto, è l’unico a chiederle davvero: «Chi è Christina Olson?», e a rimanerle vicino tanto a lungo per scoprirlo. La risposta è immortalata nel dipinto a lei dedicato. Quello che diventò uno dei quadri americani più famosi di tutti i tempi.
Baker Kline dà voce a questa donna emblematica e misteriosa in un capolavoro che intreccia finzione e verità storica. Un romanzo capace di evocare un piccolo frammento di mondo dai sentimenti universali.
Dal 13 Settembre 2017.

Nord

 
| La Distanza tra le Stelle di Lily Brooks-Dalton | pag. 320 |
Questa è la storia di due solitudini che si sfiorano nel silenzio. Questa è la storia di due esistenze lontane eppure vicinissime come la distanza fra le stelle. Augustine ha dedicato la sua esistenza allo studio delle stelle. Non ha mai avuto una famiglia, né un vero amore; ha invece sempre avuto il suo telescopio, lassù, in un osservatorio astronomico nell'Artico. Così, quando scatta un allarme rosso e tutti gli altri scienziati vengono richiamati a casa, lui rifiuta di seguirli: è vecchio, non ha nessuno cui tornare, e ha scorte sufficienti per il tempo che gli resta. Poi le comunicazioni con l'esterno si interrompono del tutto e ad Augustine non rimane che guardare verso il cielo. E attendere. Sully ha sacrificato tutto per diventare astronauta. E la missione dell'Etere è stata un successo: lei entrerà nella Storia come il primo essere umano ad aver messo piede su Giove. Eppure, quando la navicella spaziale è ormai vicina all'atmosfera terrestre, le comunicazioni con la base s'interrompono. Atterrita, Sully lancia un SOS, sperando che qualcuno lo raccolga. E qualcuno, nell'angolo più remoto della Terra, risponde. Grazie a quel filo invisibile, la distanza siderale tra Sully e Augustine si colma e le loro solitudini s'intrecciano in un rapporto cui entrambi si aggrappano come naufraghi, lontani eppure vicinissimi, entrambi spaventati e stupiti dalla realtà che devono affrontare. E, mentre il mondo sembra scivolare in un silenzio assoluto, i due riscopriranno il vero significato della vita, e soprattutto della speranza.
Dal 28 Settembre 2017.

Harper Collins

 
| Firebird - la trilogia di Claudia Gray |
Marguerite, giovane figlia di due rivoluzionari inventori, scoprirà sulla propria pelle le risposte a queste domande grazie al Firebird, un congegno che può trasportare le persone nelle dimensioni parallele in cui si realizza ogni possibile variazione della realtà. Insieme ai due assistenti ricercatori Paul e Theo, entrambi innamorati di lei, verrà coinvolta in una corsa senza respiro per salvare il multiverso dalle mire del perfido Wyatt Conley, assetato di potere, e dalla follia dei suoi insospettabili soci, capaci di progettare la distruzione di interi universi per recuperare una sola vita. Ma la sfida più dura per loro sarà affrontare le diverse versioni di se stessi, specchi dell'oscurità potenziale nascosta in ognuno di noi.
In un vortice di colpi di scena che coniuga magistralmente fantascienza e romance, Claudia Gray accompagna i lettori alla scoperta degli infiniti mondi possibili, ma anche delle infinite sfumature delle emozioni umane.
Dal 21 Settembre 2017.
Il volume contiene:
  1. FIREBIRD - LA CACCIA
  2. FIREBIRD - LA DIFESA
  3. FIREBIRD - LA RESA DEI CONTI

Leggereditore

 
| Cosa Ho Fatto per Amore di Susan Elizabeth Phillips | pag. 349 |
Per Georgie York, un tempo la protagonista di una delle sitcom preferite dagli americani, è proprio un periodo no. La sua carriera cinematografica è in stallo e dover badare a suo padre la sta facendo letteralmente impazzire. Per di più, suo marito l'ha appena lasciata... Un bel danno d'immagine per una delle attrici più amate dal grande pubblico. In un momento del genere, andare a Las Vegas e imbattersi nel suo ex collega, il detestabile ma fascinoso Bramwell Shepard, sarebbe stata per chiunque la peggiore delle soluzioni. Ma Georgie non è una donna come le altre, la sua vita è uno straordinario e inestricabile groviglio di guai. Quando ai suoi però si aggiungono quelli di Bramwell Shepard, la situazione diventa a dir poco esplosiva, perché i destini dei due ex rivali sono più legati di quanto loro stessi avessero mai sospettato.
Dal 31/08/2017.

Bao Publishing

 
| Sempre Libera di Lorenza Natarella | pag. 192 |
Maria Callas. La Divina. Un personaggio impossibile da raccontare in modo convenzionale, che Lorenza Natarella affronta con uno stile - biografico, narrativo e visuale - unico e senza precedenti, come la donna la cui vita narra in queste 192 pagine, dal primo all'ultimo giorno, usando una mise en page eclatante, iperbolica ed elegantissima, esaltata da una bicromia nero-rosa deliziosamente glamour. Un libro su una donna senza compromessi, la cui imponente figura si staglia sfacciata su uno sfondo di personaggi di contorno memorabili, da Renata Tebaldi a Luchino Visconti, da Franco Zeffirelli ad Aristotele Onassis, fino a Pier Paolo Pasolini. Una delle dive più grandi di tutti i tempi, di cui ricorre nel 2017 il quarantennale della morte, rivive attraverso le sue boutade rutilanti, il suo genio contorto, il rapporto doloroso con la madre che l'ha fatta e inventata. Una biografia con il respiro di un romanzo.
Dal 7 Settembre 2017.



Alla prossima

25 luglio 2017

SI STACCA LA SPINA!


Ragazzi è arrivato il momento di andare in vacanza!
Starò via poco, una decina di giorni, ma ne ho bisogno come non mai. Sono letteralmente alla frutta.
Tra l'altro l'anno scorso ero partita a giugno e aver lavorato 13 mesi di fila anziché 12 sembrerà strano, ma ha fatto una gran differenza. A luglio ho annaspato. Ero un pesce fuor d'acqua. Sono morta e risorta un numero imprecisato di volte.
Adesso stacco la spina. Su instagram e facebook continuerete a trovare gli aggiornamenti delle mie letture, ma il mio cervello elaborerà pensieri basici del tipo "sto leggendo...", " mi sembra bello...", "mi fa schifo..." e robe così.

Intanto, molto velocemente, due rapidissimi consigli di lettura.

 

La Colpa di Lorenza Ghinelli  ★★★★
Davvero bello, a tratti anche duro, ma l'autrice è bravissima a strapparti - a tratti - prima una lacrima e poi un sorriso. Un romanzo che avrei potuto riempire di sottolineature, ma per lasciare un segno indelebile non serve una penna bastano le parole della Ghinelli che sono come rasoi.
Sfogliata l'ultima pagina mi è dispiaciuto dover salutare Estefan e Martino, due ragazzi che invece di abbandonarsi al dolore riescono ad affrontarlo.

Almeno il Cane è un Tipo a Posto di Lorenza Ghinelli ★★★ ½
Molto, molto divertente. Se ripenso ad alcune scene ancora mi viene da ridere, però preferisco quella Ghinelli che i lacci, invece di allentarli, li stringe con ancora più forza. Ma se volete svagarvi senza farvi mancare tematiche comunque importanti che vanno dalla bulimia alla violenza domestica, questo è il libro perfetto. E poi è intelligente.


A presto! 8)
[il blog riaprirà ufficialmente il 28 Agosto]

14 luglio 2017

Weekly Recap #162

Weekly Recap nasce dalla voglia di non parlare solo delle mie new entry libresche, ma anche di altre piccole curiosità settimanali. Libri che ho adocchiato, un estratto che mi ha particolarmente colpito, un film che ho visto, e così via. Un po' come fanno alcuni blog con la rubrica Clock Rewinders on a Book Binge [X - X]. Ma tutto senza regole. Un po' alla cavolo insomma. Sostituisce In My Mailbox.

Forse è tempo di fare un recap. Forse la situazione mi sta sfuggendo di mano. Forse non sono normale. Cosa dicevo? Che dovevo comprare pochi libri? Tzè... fuffole! Ma ragazzi, giuro, non è colpa mia. È che al mercatino dell'usato trovo cose che voi umani non potete capire, sul Libraccio vedo libri che si infilano da soli nel mio carrello (però pagano con la mia carta... com'è sto fatto?) e poi è stato pure il mio compleanno e c'è chi mi ha voluto tanto tanto bene!!! Insomma, "alibi", al momento, è la mia parola d'ordine 8)

New Entry

Partiamo dalla fine, ovvero dalle ultime new entry. Libraccio sappi che ti amavo. Poi ti ho odiato. Adesso forse ti amo di nuovo.


Quando mi sono stati confermati tutti e sette i libri che avevo messo nel carrello non ci credevo. In passato non c'è stato un ordine - e dico UNO! - che mi sia stato evaso in toto.
Quindi capirete... gioia e gaudio!!! 

Un ca**o invece... 

Mi arriva il pacco, io felice come una bimba il giorno di Natale, lo apro e... shock! Due libri non sono rovinati, ma sembra che abbiano combattuto le guerre puniche.
La Colpa di Lorenza Ghinelli ha la sovracopertina rotta in ogni angolo. Sopra, sotto di fianco... alcune parti sono tenute insieme dal nastro adesivo attaccato probabilmente da Steve Wonder. Insomma, l'ho subito tolta, perché solo guardarla mi faceva torcere le budella.
Invece Raccontami di un Giorno Perfetto credo l'abbia smangiucchiato un topo. Dalla foto sembra rosicchiata solo la costa, ma è così anche davanti e pure la copertina rigida è stata vittima di vari assalti.
Per la prima volta ho fatto un reclamo, perché obiettivamente questi due libri non sono conformi alle regole del sito sull'usato. Be', mi aspettavo che mi dicessero di fare il reso (ma di pagare le spese di spedizioni immaginate quando mi andasse?) invece no. Riordinano i due libri e me li rimandano. Tutto a carico loro. Forse dovrò aspettare Natale 2020, ma pazienza, sono comunque soddisfatta.

Ma parliamo dei titoli che ho preso. Come potete vedere ho sanato il mio bisogno di letteratura per ragazzi. Per un po' basta, vero Silvia???
Luna di Julie Ann Peters è un romanzo a tematiche LGBT che ho assolutamente voluto (grazie alla dritta di Michele) dopo aver letto quel gioiellino de L'Arte di Essere Normale di Lisa Williamson.
La Ghinelli oramai è la mia ossessione, quindi La Colpa e Almeno il Cane è un Tipo a Posto erano due acquisti obbligati!
Invece Il Mio Cuore e Altri Buchi Neri l'ho già letto (qui la recensione), ma lo voleva la mia mami, quindi sono stata brava e buona e ho pensato anche a lei (però quando l'avrà letto tornerà nella mia libreria). Avrei preferito l'edizione in brossura, ma usata non c'era e questa costava meno.
Infine desideravo qualcosa di Paul Dowswell, un autore per ragazzi a cui è molto cara la tematica della Guerra. Insomma, roba tosta a quanto pare, e siccome mi ispiravano un po' tutti i titoli ho sorteggiato ed è uscito Auslander.
Basta... ah no, dimenticato il romanzo della Niven. Perdonatemi, ma un libro in quelle condizioni, per me non è nemmeno un libro. Comunque niente, dopo essere stata a Mare di Libri volevo assolutamente leggere il romanzo che ha vinto l'edizione del 2016, Raccontami di un Giorno Perfetto e sto aspettando anche quello che ha vinto quest'anno... ma shhhh... non diciamolo a nessuno... 

  
  

Andiamo avanti.
Non so se ricordate, ma poco tempo fa avevo fatto razzia di libri al Mercatino dell'Usato. Questo era il post.
Durante quell'incursione avevo visto il Divoratore, ma non conoscendo ancora lo stile della Ghinelli non l'avevo preso. Vi dirò di più, mi ci ero anche soffermata, avevo controllato online qualche parere, ma in moltissimi lo criticavano, soprattutto per la componente paranormale, e mi sono fatta influenzare. Scema. Scema, scema, scema. Infatti sono tornata apposta per lui. Ed era ancora lì che mi aspettava <3


Insomma, quando scopri un'autrice che sa scrivere e lo fa proprio come piace a te, dei commenti dell'intero mondo te ne frega una beata fava!
Me ne stavo per andare quando poco più in là ho notato Acquanera di Valentina D'Urbano e potevo lasciarlo? In questo caso solo pareri positivi, solo elogi, solo applausi. Per molti è il romanzo più riuscito di Valentina, per me 'na botta de culo pazzesca e basta! Con quattro euro e cinquanta mi sono portata a casa due titoli che non vedo l'ora di leggere.

21 Giugno. 
Che bella cosa i compleanni. Ma chi è quel genio che li ha inventati? xD
E chi è quell'altro genio che ha inventato i figli e le ragazze dei figli che regalano libri? 


I miei due Topi mi hanno regalato la duologia di Wolf e senza perdere troppo tempo mi sono subito buttata a pesce sul primo . Non dico niente. Mi sbottono sempre così tanto che ho il sospetto che quando pubblico una recensione sappiate già tutto. Vi dico solo che come saga è davvero originale. Molto. Un romanzo per ragazzi senza un solo cliché tipico dei romanzi per ragazzi.

 

Infine, ultime new entry.
Quello Che è Successo a Joana di Valerio Romao è un romanzo assolutamente destabilizzante, a tratti quasi assurdo, in svariati punti micidiale. Devo capire come recensirlo. Devo capire anche se mi è piaciuto e quanto. Insomma lo devo seriamente metabolizzare, ma se cercate un qualcosa capace di svuotarvi, ecco, l'avete trovato.
La Fidanzata invece sarà il mio thriller dell'estate (insieme a un altro probabilmente, ma devo ancora decidere...). Si può resistere al binomio mare/thriller? Io 'gna faccio! 


New Entry Fumettose



Qui sarò velocissima, sento che vi state addormentando e - giuro - posso capirvi.
Odio Favolandia e Cappuccetto Mortissimo sono regali di compleanno (Giada, ti lovvo lo sai <3). Skottie Young è tutta salute e Gertrude mi ha tenuta compagnia in un paio di pomeriggi in cui mi era salito il crimine.
Frantumi ve l'ho già recensito QUI e ve lo consiglio se amate le storie introspettive e oniriche, mentre di Nazivegan Heidi vi parlerò presto. Io l'ho letto con grande divertimento ma a quanto pare molti lettori si sono sentiti offesi dal fumetto provocatorio e irriverente di Don Alemanno. A lui non frega un cavolo. Figuratevi a me.
Con Saga invece siamo già al settimo albo e vi dirò... ho un po' paura...  che sorte avrà deciso Vaughan per i nostri due protagonisti?

Wrap Up di Giugno


Tutti a wrapuppare in ogni luogo e in ogni lago... e chi sono io per non farlo?
Se avete domande fatele, se volete pareri chiedete. La maggior parte dei titoli sono già stati recensiti qui sul blog, quindi taglio corto.
In breve. La mia lettura preferita? Di sicuro L'Arte di Essere Normale. La delusione più grande? Be'... purtroppo mi tocca dire Absence di Chiara Panzuti.

Cosa mi sono vista


Una sera, in tv, ho visto Now is Good il film tratto dal romanzo di Jenny Downham Voglio Vivere Prima di Morire e non so ancora se mi è piaciuto. Mi ha fatto male perché parla di una malattia incurabile, ho pianto perché davanti alla morte non riesco a trattenermi, però a distanza di giorni sento che più di tanto non mi ha lasciato. Niente a che vedere con Colpa delle Stelle (ho preferito il film al romanzo di Green) che mi ha perseguitato per settimane e che ancora adesso, solo rivedere il trailer, mi manda in pezzi.


Addio mondo. Sono rientrata nel tunnel dei drama e voi non avete idea di quanto questa cosa sia negativa. Ore e ore davanti allo schermo. Angst a palla. Lacrime come se non ci fosse un domani. Ansia, batticuore, gioia e dolor. Tanto dolor...
Ho guardato Legend of the Blue Sea, una serie di 20 episodi che mi è piaciuta davvero un sacco. È il tipo di drama che amo a dismisura. Ironico, divertente, romanticissimo e strizzacuore.
Racconta la storia di una sirena che si innamora di un umano, ma sembra che il loro destino sia influenzato da un passato che non vuole abbandonarli.
Ieri e oggi si intrecciano, la sirena farà di tutto per riconquistare il suo unico amore e lui farà altrettanto per proteggerla e regalarle il lieto fine. Ma si può sfuggire al destino?
Come ogni drama di questo genere che si rispetti i toni iniziali sono molto leggeri, i coreani alla comicità non rinunciano mai, e non perché siano stupidi, ma perché sono sadici. Prima vi fanno divertire. Vi fanno credere anche di essere superficiali. Vi fanno abbassare ogni sorta di difesa. Poi vi uccidono. E vi assicuro che come vi uccidono loro, non vi uccide nessuno.

Lo so, da questo post ne potevano uscire tre, 
ma quando mi ci metto ho le dita logorroiche (solo quelle, giuro!)

12 luglio 2017

Le Uscite di Giugno e Luglio 2017

Buongiorno lettori,
oggi andiamo a farci del male curiosando tra i titoli che escono in libreria. Di solito l'estate è abbastanza povera di novità, invece questo 2017 ha voluto essere ricco e tentatore e siccome io al binomio mare/thriller non rinuncio, ho messo gli occhi su un paio di titoli, ovvero L'Accalappiatore di Bambini e Non ti Faccio Niente. Il primo è una naturale conseguenza dell'aver scoperto l'anno scorso Mark Edwards con Lei Che Ama Solo Me (qui la recensione). Mi ispira tantissimo anche L'Ultima Avvenuta, uscito sempre per Amazon Crossing, ma che in questa nuova uscita ci sia anche il tocco di una donna non so... mi piace ancora di più!
Invece a Paola Barbato è abbastanza difficile resistere. I Dylan Dog che ha sceneggiato sono tra i più belli, ma anche Le Storie della Bonelli non scherzano. Poche pagine, ma tanta qualità. E Sighma? Mamma mia che libro, e io non ve l'ho mai recensito... brutta Silvia!!! Rimedierò. Magari con un post recensioni in pillole.
Devo ammettere che sono particolarmente attratta anche da Il Giardiniere, ma ragazzi... è il primo di una serie? Ho capito bene? Perché questa cosa mi ha destabilizzata.
La Fidanzata di Michelle Frances è già sul comodino, ma tra non molto andrò al mare e probabilmente verrà con me. Bellissime anche le trame di Un'Estate da Ragazzi e Baby Blues... insomma vorrei tutto!!!


Amazon Crossing

 
| L'Accalappiatore di Bambini di L. Voss e M. Edwards | pag. 412 | € 9,99 |
Izzy è stata presa a casa sua.
Liam dall’auto della madre.
Frankie dalla sua cameretta...
L’ispettore Patrick Lennon sta indagando sulle misteriose sparizioni dei tre piccoli. Tutto è avvenuto in una tranquilla zona residenziale della periferia sudovest di Londra, e in pochissimi giorni. Il peggiore degli incubi per questi genitori, la paura più grande per ogni famiglia, una psicosi di massa ingigantita dalla spregiudicata voracità dei media.
La scoperta di un corpicino senza vita in un parco materializza l’orrore tanto temuto: Patrick sa che il tempo stringe, che in questa indagine nulla è come sembra, e che l’Accalappiatore di bambini non sarà una preda facile da catturare.
Dal 4 Luglio 2017.

Piemme

 
| Non Ti Faccio Niente di Paola Barbato | pag. 420 | € 17,50 |
1983. L'uomo seduto nella macchina blu è nuovo di quelle parti, ma Remo non ha paura, non sa che cosa sia un estraneo. L'uomo ha tra le mani un passerotto caduto dal nido, almeno così dice, e chiede a Remo di aiutarlo a prendersene cura. Il bambino, sette anni passati quasi tutti per strada, che i genitori hanno altri pensieri, non esita neppure per un attimo. E sale. Tre giorni dopo viene restituito alla famiglia, illeso nel corpo e nell'anima; racconta di un uomo biondo, bellissimo, che lo ha riempito di regali e che ha giocato con lui, come nessun adulto aveva mai fatto. Non è la prima volta che succede e non sarà l'ultima. Trentadue bambini in sedici anni. Tutti tenuti per tre giorni da un uomo che cerca di realizzare i loro desideri e li restituisce alla famiglia, felici. Quando la polizia comincia a collegare i rapimenti lampo, l'uomo scompare. 2015. Il padre di Greta non è mai arrivato una sola volta in ritardo a prenderla. Ma lo sgomento negli occhi della maestra gli fa capire che qualcosa non va, perché Greta a scuola non è mai entrata. Scompare così, la figlia di Remo Polimanti, come lui era scomparso trent'anni prima. Anche lei viene subito restituita alla famiglia, ma priva di vita. Greta non è che la tappa iniziale di una scia di sangue che collega i figli dei bambini rapiti anni prima. Ma perché il rapitore "buono" si è trasformato in un assassino? O forse c'è qualcuno che intende emularlo. O sfidarlo. O punirlo.
Dal 13 Giugno 2017.


 
| Il Giardiniere di Natasha Preston | pag. 324 | € 16,00 |
A Long Thorpe non succede mai niente, finché la sedicenne Summer Robinson non scompare nel nulla e nonostante le ricerche risulta introvabile. Summer è imprigionata in una cantina allestita come una vera casa, con altre tre ragazze. Sono state tutte rapite da un uomo che si fa chiamare Clover. Lily, Rose, Violet e Poppy sono i suoi fiori delicati e perfetti, la sua famiglia, e lui si prende completamente cura di loro: cena con loro, compra loro vestiti, libri, dvd. Ma per le ragazze quello è soltanto un orrore senza fine, a cui hanno iniziato a rassegnarsi. Tutti tranne Summer, perché lei sa che i fiori non possono sopravvivere a lungo lontano dal sole...
Dal 27 Giugno 2017.


 
| Dietro ai Suoi Occhi di Sarah Pinborough | pag. 358 | € 19,50 |
I segreti sono così.Se li mantieni, ne sei prigioniera.Se te ne liberi, ti perseguiteranno.Louise vorrebbe dire ad Adele tutta la verità, anche se si sono appena conosciute. Anche se Adele le sembra una donna così fragile, tormentata com'è dall'insonnia e dalla solitudine. Louise vorrebbe dirle che quella sera, al bar, quando è entrato quell'uomo, lei ha provato qualcosa che, nella sua vita di madre single, non provava da tempo. Vorrebbe dire ad Adele che le dispiace di averlo baciato. E che non poteva sapere che quell'uomo era suo marito.
Anche Adele ha i suoi segreti. Non fa parola della nuova amica con David. E nasconde a Louise ciò che accade quando, nella loro splendida casa nel cuore di Londra, lei e il marito sono finalmente soli dietro porte chiuse. Così come ogni giorno, da anni, Adele nasconde a tutti quello che accade nella sua mente. Là dove nessuno può spiarla.
Perché tante bugie, si chiede Louise? Divisa tra il suo fascinoso amante e la nuova, bellissima amica, soffocata dal castello di menzogne che lei stessa ha costruito, Louise dovrà trovare il coraggio di guardare dentro il matrimonio di Adele e David. Sapendo che le verità più spaventose si annidano nella mente, dietro quegli occhi che Adele, insonne, non chiude mai.
Dal 4 Luglio 2017.

Baldini & Castoldi


 
| Un'Estate da Ragazzi di Richard Cox | pag. 511 | € 18,00 |

Nel 1979 un terribile tornado devasta la città di Wichita Falls, in Texas. Molti morti, moltissimi senzatetto e un bambino di nove anni che lotta per riemergere dal coma. Il suo nome è Todd Willis e quando quattro anni dopo si risveglia, trova ad attenderlo un mondo diverso, simile a quello vissuto prima del tornado ma inquietante in un modo che non riesce a spiegarsi. La nuova vita di Todd diventa una lotta per separare i fatti dalla fantasia, il sonno dalle allucinazioni. Gli amici che conosce nel 1983, affascinati e incantati dalla sua esperienza, sono allo stesso tempo spaventati dal suo complesso rapporto con la realtà. "Un'estate da ragazzi" è la storia di cinque amici che diventano inseparabili fino all'estate cruciale in cui ognuno di loro scopre il senso dell'amore, la ferocia del tradimento e tutti insieme condividono un segreto che giurano di seppellire per sempre. Venticinque anni dopo, il buio riaggredisce Wichita Falls e i cinque amici devono tornare alle ferite del passato, ai mostri, ai tormenti, al timore di quell'estate lontana. Un thriller allucinato e metafisico. Un commovente romanzo di formazione.
Dal 1 Giugno 2017.

Marsilio

 
| Baby Blues di Elisa Albert | pag. 208 | € 16,50 |
È passato un anno da quando Ari ha messo al mondo un bimbo e ancora, in questa nuova fase della sua esistenza, non riesce a trovare un posto per se stessa (e per le sue inquietudini di eterna ragazza). Una tesi di dottorato che non finisce mai, il trasloco da New York al tranquillo tedio della provincia, un marito troppo immerso nella carriera e con il quale raramente si sente in sintonia, Ari è come un albero senza radici, in lotta per non fare appassire i propri rami. Nel suo animo non sembra esserci spazio per la gentilezza, il suo linguaggio è crudo, il suo sguardo sul mondo, e soprattutto sulle donne della stessa età, è disincantato, a volte perfino feroce. Finché accanto a lei, nelle case vittoriane dal fascino délabré, viene a stabilirsi Mina, ex star di un'oscura rock band, incinta di nove mesi, che diventa per Ari un modello di femminilità riuscita: è spregiudicata, indipendente, libera dall'imperativo di diventare una mamma perfetta. Tra le due, ruvide al punto giusto per detestarsi prima e attrarsi poi, sembra poter nascere un'amicizia che risarcisca Ari delle incomprensioni che hanno appesantito la sua vita.
Dal 1 Giugno 2017.

Casa Editrice Nord

 
La ragazza tedesca di A. L. Correa | pag. 434 | € 16,90 |
Maggio 1936. Sono 930 gli ebrei a bordo del transatlantico St Louis, 930 innocenti in fuga dalla violenza della Germania nazista. Tra loro, ci sono Hannah Rosenthal e Leo Martin. Sebbene siano solo dei ragazzini, durante la traversata Hannah e Leo decidono di voler passare il resto della vita insieme. Ma è un sogno destinato a non avverarsi mai: quando la St Louisarriva in porto, ai passeggeri viene negato l'ingresso a Cuba. Solo Hannah e pochi altri fortunati riescono a sbarcare. Dopo essere stati rifiutati dagli Stati Uniti e dal Canada, gli altri sono costretti a tornare a Berlino. Compreso Leo... New York, 2014. Anna Rosen riceve uno strano regalo per il suo dodicesimo compleanno: una lettera da parte di una certa Hannah Rosenthal, che sostiene di essere la sua prozia paterna. Per Anna è un'occasione da cogliere al volo: Hannah è l'unica che conosca la verità su suo padre, scomparso prima che lei nascesse. E quindi decide d'incontrarla, scoprendo così la storia di una donna che ha lottato per farsi strada in un Paese straniero e che si è ritrovata da sola a crescere un bambino, una donna che ha dovuto dire addio al suo amore, ma che non ha mai perso la speranza di poterlo riabbracciare. E, grazie ad Anna, Hannah riuscirà finalmente a riconciliarsi col proprio passato e a capire che per essere felici non basta sopravvivere, ma bisogna essere pronti ad affrontare fino in fondo tutte le sfide che il futuro ha da offrire.
Dal 22 Giugno 2017.


 
| La Fidanzata di Michelle Frances pag. 443 | € 16,90 |
Laura sa di essere una madre iperprotettiva e - in fondo - gelosa di suo figlio Daniel, un brillante neolaureato dal futuro luminoso. Cosi, quando Daniel le presenta la sua nuova fidanzata, Cherry, lei si impone -di essere gentile e addirittura invita la ragazza per qualche giorno di vacanza nella villa di famiglia a Saint-Tropez. Ma tutti i suoi buoni propositi vanno in frantumi quando scopre che Cherry si fa riempire di regali e, soprattutto, ha mentito a Daniel riguardo al suo passato e al suo lavoro. E poi c'è sempre quella sgradevolissima sensazione che Cherry nasconda un lato oscuro e che stia tramando per metterla in cattiva luce col figlio. No, Laura non può rimanere a guardare mentre una spregiudicata arrampicatrice sociale cerca di rubarle Daniel. Deve agire. Ma sta per commettere un errore imperdonabile... Cherry odia la sua vita. E adesso, finalmente, ha la possibilità di riscattare tutte le umiliazioni subite in passato grazie all'amore di Daniel. Un ragazzo ricco, bello, generoso. Peccato che tra lei e la felicità ci sia ancora un ultimo ostacolo: l'invadente, onnipresente Laura. Cherry è convinta che, dietro un'apparenza di sorrisi e buone maniere, Laura la disprezzi e sia disposta a tutto pur di tenerla lontana da Daniel. E allora l'unica soluzione è screditarla, farla apparire come una madre paranoica e pericolosa agli occhi del suo stesso figlio. Sì, sarà proprio Daniel l'alleato più prezioso per rendere l'esistenza di Laura un inferno. E per conquistarsi così la vita da favola che lei ha sempre sognato...
Dal 6 Luglio 2007.

L'Angolo del Fumetto

La Nona Arte in questa torrida estate
ci regala chicche non indifferenti!


Per Nicola Pesce Editore esce il seguito di Edward Mani di Forbice. Il film cult di Tim Burton interpretato da Johnny Deep e Winona Ryder torna alla ribalta e racconta una storia tutta nuova ambientata molti anni dopo quella che conosciamo e amiamo.
Non è invece un seguito e nemmeno un remake Nazivegan Heidi di Don Alemanno e Boban Pesov. Cos'è? Non ne avete idea! Non potete averne nemmeno una vaga idea! Tra queste pagine troverete irriverenza, sfrontatezza, ma anche verità. Don Alemanno non è uno che le manda a dire, e questa satira è tutto quello che vi serve per farvi quattro (in)sane risate.

  

Bao invece manderà tutti in rovina. Gente, qui non si va in ferie per comprare i loro fumetti praticamente.
Frantumi l'ho già recensito QUI, pertanto non mi dilungo, mentre di Odio Favolandia e Saga ho fatto due post. QUI sproloquio sul primo albo scritto e disegnato dal bravissimissimo Skottie Young (io lo adoro pazzamente!), mentre QUI c'è la mia dichiarazione d'amore a Saga. Siamo al settimo volume e si inizia seriamente a tremare... 


Saghe che continuano e finiscono


Dopo aver amato Cinder (qui la recensione) ed essermi annoiata con Scarlet (qui la recensione), mi sono fermata. Non ho letto Cress, il terzo volume delle Cronache Lunari, ma l'uscita di Winter non mi lascia del tutto indifferente... Che faccio? Riprendo la serie? Le copertine sono tra le più belle mai uscite, la storia in sé è anche interessante (poi ai retelling delle favole io non resisto!), ma non sono del tutto convinta. Chi conosce i miei gusti si faccia avanti e mi consigli! Ho invece appena finito Wolf di Ryan Graudin e ho già pronto sul comodino il seguito di questa duologia assolutamente fuori dai soliti canoni new adult. Non vedo l'ora di tornare a Germania. Non vedo l'ora di farmi tanto, ma tanto male. Confido (si fa per dire) in un gigantesco #maiunagioia...




Alla prossima 8)
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...