29 novembre 2015

Weekly Recap #138

Weekly Recap nasce dalla voglia di non parlare solo delle mie new entry libresche, ma anche di altre piccole curiosità settimanali. Libri che ho adocchiato, un estratto che mi ha particolarmente colpito, un film che ho visto, e così via. Un po' come fanno alcuni blog con la rubrica Clock Rewinders on a Book Binge [X - X]. Ma tutto senza regole. Un po' alla cavolo insomma. Sostituisce In My Mailbox.

Buonasera miei cari lettori, come va? Il mio week end è stato all'insegna del relax e delle pulizie, mi sono dedicata alla casa, alle letture e ovviamente al planning, altra mia grande passione (chi mi segue su Instagram già lo sa e ne avrà piene le balss xD).
Ma veniamo a noi. Prima che venga Natale - se non Capodanno (il tempo mi sfugge di mano ultimamente) - devo farvi vedere le mie ultime new entry, anche perché un titolo è già in lettura e tra poco sarà più old che new ;) 
Avevo un buono Amazon da spendere e così ho alleggerito la mia wish list con quattro titoli che volevo da un po'. Alcuni da più che un po' 8)
Purtroppo me ne sono arrivati solo tre :( l'altro (non vi dico il titolo giusto per creare della sana e inutile suspense) è ancora in fase di reperimento u.u
Va be', spero solo che non me lo annullino, ma bando alle ciance vediamo cosa mi sono presa.

New Entry


Allora... di Sarah Waters volevo tipo... tutto! Dove vai vai, dove leggi leggi, questa autrice è sempre conosciutissima e apprezzatissima. Famosa per le ambientazioni vittoriane, le atmosferiche gotiche e per le sue protagoniste omosessuali, Sarah Water ha sfiorato per tre volte il Booker Prize senza riuscire ad aggiudicarselo, ma voi lo sapete meglio di me... quando mai un premio letterario decreta un talento? Giuro, scegliere un solo libro è stato difficilissimo e alla fine tra Affinità, Carezze di Velluto, Ladra, Turno di Notte, Gli Ospiti Paganti e L'Ospite, ho scelto quest'ultimo.
Lo tengo per le vacanze di Natale. Mi ci vedo già... io, lui, il camino e un super mega cappuccione! <3

Poi ho acquistato due romanzi editi dalla Newton Compton, La Morte delle Api di Lisa O'Donnell e La Ragazza Che Sapeva Troppo di M.R. Carey.

Su La Morte delle Api mi sa che è meglio che non dica niente, perché a volte mi faccio dei film tutti miei che non c'entrano nulla con il romanzo. Il problema è che leggo le trame in modo distratto memorizzandone il 10%, il restante 90% lo partorisce la mia mente deviata. Una cosa però la so. Questo romanzo parla di due sorelle che hanno seppellito i loro genitori.
In giardino °_°
Capirete che a me bastano pochi input per farmi entrare in fissa con un libro, a volte è un dettaglio della trama, altre una recensione convincente, in questo caso ho sentito aria di macabro e ciao, ho perso la brocca in dieci secondi netti!

La Ragazza Che Sapeva Troppo invece è il libro che ho in lettura e mi sta sorprendendo tantissimo anche perché (vedi i motivi esposti qui sopra) mi aspettavo un romanzo diverso, credevo che mi sarei trovata di fronte a un mondo distopico, invece si tratta di un vero e proprio thriller apocalittico zombesco.
Alcune parti sono letteralmente agghiaccianti, altre piene di tenerezza e probabilmente si arriverà a uno scontro etico e morale, ma non voglio sbilanciarmi. Dico solo che per ora mi sta piacendo.


Per questa settimana è tutto!
Alla prossima!

5 commenti:

Alice ha detto...

Questa cosa di leggere la trama distrattamente e poi farsi del film mentali mi è familiare... Hahahaha! I tre titoli mi sono sconosciuti, tu allarghi sempre i miei orizzonti. Grazie! XD

Silvia Leggiamo ha detto...

ahahah, mi fa piacere di non essere l'unica "deviata" xD

Ancella ha detto...

Non conoscevo Sarah Waters fino a questo momento O_O oppure ne avrò sentito parlare senza memorizzare il nome... grave, gravissima svista!!! Devo assolutamente recuperare qualche suo libro *.* già i titoli mi piacciono da impazzire, poi se ci metti l'epoca vittoriana e il gotico... che posso volere di più dalla vita? :D

La Je ha detto...

La morte delle api l'ho preso anche io e per lo stesso identico motivo...genitori sepolti in giardino (a volte mi chiedo se io abbia dei problemi ad essere attirata da queste cose :D)

La ragazza che sapeva troppo invece l'avevo scartato perchè la trama non mi aveva particolarmente colpito.
Chissà,magari mi farai cambiare idea...

Siannalyn ha detto...

Anch'io faccio spessissimo quella cosa con le trame (e quando non lo faccio è perché ho deciso di dover leggere il libro per il titolo o per la copertina e quindi la trama la salto direttamente... so di essere una brutta persona, lo so, davvero!).
Comunque... vergogna su di me e vergogna sulla mia mucca, ma proprio non conoscevo Sarah Waters (ora corro subito ad informarmi!), mentre La morte delle api a me era piaciuto davvero molto e La ragazza che sapeva troppo invece mi ispira parecchio (anche se continuo ad avere in testa il titolo originale e quello italiano non c'è verso che me lo ricordi!!!!!)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...