3 dicembre 2014

Goodreads Choice Awards 2014

Come di consueto ripropongo il Best Book dell'anno secondo Goodreads, un po' per curiosità, e un po' nella speranza di scoprire qualche bel titolo che potrebbe essermi scappato e che si spera sia stato anche pubblicato in Italia!
Pronti a curiosare?
Vi lascio anche il link al Goodreads Choise Award del 2013, anche perché nel corso del 2014 sono usciti diversi titoli premiati dai lettori del web, tipo The StoryTeller di Jodi Picoult (Intenso Come un Ricordo, Corbaccio), Life After Life di Kate Atkinson (Vita Dopo Vita, Casa Editrice Nord), Doctor Sleep di Stephen King e NOS4A2 di Joe Hill (stessi titoli per Sperling & Kupfer) e altri che sicuramente riconoscerete a colpo d'occhio. Ma non perdiamoci in chiacchiere e scopriamo i titoli più amati del 2014.


Best Fiction


Pubblicati in Italia


Nota: Ovviamente voglio il romanzo di Rainbow Rowell, perché dopo Per Una Volta Nella Vita è diventata la mia autrice guru nel genere romance young adult, e anche se Landline Goodreads l'ha classificata come fiction, va bene uguale, qualsiasi cosa scriva finirà sul mio comodino!
Il romanzo di Liane Moriarty invece non è ancora apparso sui nostri scaffali, ma l'autrice non è del tutto sconosciuta in Italia. Nel 2012 la Feltrinelli ha pubblicato In Cerca di Alice, una storia sulla falsa riga di Zenzero e Cannella di Sarah-Kate Linch e Ti Ricordi di Me della Kinsella.
Gabrielle Zevin è l'unica a essere stata tradotta subito dalla Nord, ma non so... a me La Misura della Felicità non ha mai convinto del tutto. Dovrò ricredermi?

 Mistery & Thriller


Pubblicati in Italia

 

Nota: Be', be'... c'è bisogno di dire qualcosa? Mr Mercedes è in wish list, ma come per tutti i romanzi di Stephen King aspetto da brava bambina le edizioni economiche, perché il mio portafoglio se no si suicida buttandosi in picchiata giù dalla borsa.
Non posso esprimere nessun giudizio su Robert Galbraith (ovvero J. K. Rowling) dovendo ancora leggere Il Richiamo del Cuculo, ma non ho dubbi sul talento di questa autrice che a quanto pare convince anche quando deve scrivere thriller .
Del romanzo su Veronica Mars non c'è invece ancora nessuna traccia in Italia, ma non ne sento nemmeno la mancanza.

Historical Fiction


Pubblicati in Italia

 

Nota: Tutta la Luce Che Non Vediamo di Anthony Doerr è un romanzo che è passato in sordina. Pochi i commenti sugli store online, quasi nulle le recensioni nel web, eppure ha una trama davvero interessante (leggetela qui se vi va) e credo proprio che sarà una delle mie letture del 2015.
Non si sa nulla del romanzi di Sue Monk Kidd, mentre non stupisce il terzo posto di Ken Follett che con I Giorni dell'Eternità conclude the Century Trilogy iniziata con La Caduta dei Giganti a cui è seguito Mondo Senza Fine.

 Fantasy


Pubblicati in Italia


Nota: Di Deborah Harkness ho il primo libro della trilogia All Souls portata in Italia dalla Piemme che ha pubblicato Il libro della Vita e della Morte e L'Ombra della Notte. Ho aspettato a recuperare il secondo, ma non appena la Casa Editrice annuncerà la conclusione della serie mi ci butterò a pesce! Piemme... fai la brava, dai!
La Fanucci ha invece fatto uscire tempestivamente Parole di luce il secondo romanzo de Le Cronache della Folgoluce preceduto da La Via dei Re. Purtroppo non fa per me... troppo fantasy. 

 Science Fiction


Pubblicati in Italia

 

Nota: Voglio L'Uomo di Marte è ufficiale. E' vero che non leggo tantissimi romanzi di fantascienza ma non nego che mi ispirino sempre parecchio. 
Al contrario non credo che leggerò altro di Hugh Howey, Wool non mi aveva particolarmente entusiasmata.

 Romance

 

Nota: Poteva Diana Gabaldon non vincere? Poteva? No, non poteva. Sicuramente la serie tv (che riprenderà ad Aprile 2015) ha dato una nuova spinta alla serie Outlander, ma non c'è niente da fare: questa donna ha talento da vendere e a noi non resta che aspettare la pubblicazione dell'ottavo libro.
Sono abbastanza curiosa di leggere il romanzo della Hoover, mentre J.R.Ward mi ha un po' stancata. Sinceramente la famosissima serie de la Confraternita del Pugnale Nero degenera un po', e alla lunga i suoi libri mi sembravano tutti uguali per cui l'ho droppata senza pietà. Adesso i fan mi accuseranno di eresia, lo so... ma The King sarebbe il dodicesimo romanzo, insomma non vi siete già stancate? :P

 Horror


Pubblicati in Italia


Nota: Sempre velocissima la Longanesi a pubblicare i romanzi di Anne Rice e con Il Principe Lestat siamo all'undicesimo romanzo de Le Cronache dei Vampiri. Io ho letto solo il primo, il famosissimo Intervista col Vampiro e me ne pento, ma ho proprio un problema con le serie lunghe eterne, non ci posso fare niente.

Graphic Novel & Comics


Pubblicati in Italia


Nota: Ecco il mio nuovo amore al secondo posto. Il terzo volume di Saga di Brian K. Vaughan disegnato dalla fenomenale Fiona Steples. E' proprio con questo albo che mi sono ufficialmente innamorata della storia e dei personaggi. 
Al primo posto il quarto volume di Serenity, serie che se non sbaglio aveva iniziato a pubblicare la BD per poi interromperla, correggetemi se sbaglio... 

Romanzi d'Esordio


Nota: Nessuno tra questi romanzi è ancora uscito in Italia.
Allora... Red Rising è il primo libro di una nuova trilogia di genere fantascientifico, ma sinceramente... abbiamo bisogno di nuove serie? No. Magari se finissimo quelle in corso sarebbe cosa buona e giusta.
Cruel Beauty è l'ennesima rivisitazione de La Bella e la Bestia in chiave fantasy, romance, paranormale... e anche in questo caso abbiamo a che fare con il primo libro di una nuova trilogia. Stesso discorso per Sweet Addiciton serie romance tutta da scoprire (?) e primo libro di una nuova serie che durerà non so quanti libri.

Young Adult Fiction


Pubblicati in Italia


Nota: A parte L'Estate dei Segreti Perduti che ho volutamente evitato e che continuerò ad evitare, io voglio gli altri due. Voglio Stephanie Perkins in Italia (e per fortuna arriverà con Anna and the French Kiss) e voglio Lauren Oliver!

Young Adult Science Fantasy Fiction


Pubblicati in Italia

 

Nota: Non è che mi trovi molto d'accordo con queste votazioni. Tralasciando Cassandra Clare che è amata in tutto il mondo e in tutte le galassie e che a me non ha conquistato con L'Angelo (della serie Origini di Shadowhunters), ma Hollow City (qui la recensione) mi ha proprio deluso. Il primo romanzo  è bellissimo, ma questo è ripetitivo, lento, prevedibile... Scritto bene per carità, ma inserirlo tra i migliori titoli del 2014 proprio no (altrimenti come sono gli altri?).
Anche su Cress ho delle perplessità. Molto carino Cinder (qui la recensione), ma il seguito, Scarlet (qui la recensione), sta tre passi indietro, quindi se non c'è stata una nuova impennata non saprei che pensare. A me poi prende male leggere questi libri a distanza di anni, quindi ho già il dente avvelenato a priori... non fateci troppo caso se ogni tanto sclero!

* * *

Bene, anche per quest'anno è tutto! Che mi dite? Aspettate qualcosa in particolare, avete titoli da consigliarmi o altri da depennare? Fatemi sapere, io sono qui, con le orecchie in modalità Dumbo!

13 commenti:

Mr Ink ha detto...

L'estate dei segreti perduti è scritto bene, ma è una mezza schifezzuala. Boh. 'Sti premi se li inventano? Io non mi fido. La misura della felicità è molto dolce, invece, e finirà sicuramente tra i miei libri dell'anno; King è sempre King, e non si discute; il nuovo della Rowling, invece, deve aspettare, ché non c'ho soldi e non mi attira come il predecessore. :)

Silvia Leggiamo ha detto...

>> Sti premi se li inventano
Forse...

A parte L'Estate dei Segreti Perduti altri titoli mi lasciano perplessa, vedi Hollow City... ma per carità, magari siamo noi che siamo brutti, cattivi e diffidenti :P

Alice ha detto...

Wow! Quanti titoli interessanti!
La Rowell piace molto anche a me, quindi presto case editrici! Datevi una mossa!
Per la sezione Romance, la Gabaldon è ormai un gigante difficile da battere, si vede anche dalla differenza schiacciante di voti, però anche questa serie è lungherrima, io sono a La croce di fuoco, mi sembra di leggerlo da una vita e non sono ancora a metà! Mi sa che è un po' logorroica la signora, ma quanto lo fa bene!
La Hoover è in lista, non mi scappa. Mentre The king della Ward l'ho già letto e mi è piaciuto. Sì, la serie è diventata un po' dispersiva, a causa della coralità della narrazione, ma continuo ad apprezzarla.
La Rice l'ho apprezzata nei primi due romanzi della serie (Intervista e Scelti dalle tenebre, il secondo per me molto migliore del primo), poi dal terzo (La regina dei dannati) ha cambiato spacciatore e ha iniziato a scrivere roba assurda. Ho tenuto duro per qualche altro capitolo della saga, ma poi ho mollato.
Per la Oliver ho l'altarino in casa e mi sto nutrendo a base di ansiolitici in attesa che esca Panic.
Attendo con ansia anche Cress e qui devo dire che al contrario di te ho apprezzato tantissimo anche Scarlet, per me ha tenuto un alto livello, anzi, forse mi è piaciuto ancora di più di Cinder. Però concordo sul dente avvelenato per gli anni di attesa. Davvero inaccettabile.

Scusa il papiro!!! Oggi ho il dito compulsivo sulla tastiera. Baci! :D

Tinetta ha detto...

Di tutti questi libri io ho letto solo quello della Gabaldon e devo dire che, pur amandola e venerandola, io sono spaventatissima per questa nuova linfa data alla saga, ho paura che la fine si allontani sempre di più.
Tra gli altri, invece, mi sono segnata Tutta la luce che non vediamo, che mi ero persa ma che mi ispira tantissimo!

Silvia Leggiamo ha detto...

@Alice mi fa piacere che ti sia piaciuto Scarlet, anche perché l'autrice l'ho conosciuta, è tanto carina, gentile e disponibile e non sai che dispiacere a dover criticare quel libro.
La Gabaldon sì, è logorroica... giusto un pelo... però ti schiaffa lì delle scene da cardiopalma che le perdoni anche tutte quelle righe in cui non è successo un ciufolo di niente! (P.S. Jamie, ti amo!)

Con le serie sei sicuramente più tenace di me comunque... io dopo un po' mi perdo, faccio così anche coi telefilm u.u
Quindi saluto la Ward senza rimpianti e anche Anne Rice di cui mi è piaciuto un sacco La Mummia, libro autoconclusivo, se ti capita leggilo!

Teniamo le dita incrociate per le uscite della Rowell e della Oliver!

Silvia Leggiamo ha detto...

@Tinetta i libri di Outlander sembra che saranno dieci... la fine è sempre più utopica!

Ludo ha detto...

Ho letto Landline da pochi giorni e mi è piaciuto moltissimo. Neanche io lo definirei esattamente rosa o, genericamente, sentimentale. Direi che è più facilmente riconducibile al genere mainstream. Si tratta, inoltre, di un romanzo 'per adulti', che, poi, adesso vuol dire che non è YA né NA.

E pensare che il libro di Veronica Mars, alla fine, l'ho sempre tolto dai carrelli... forse dovrei riconsiderare.

Anche io lessi il primo libro della Harkness. Pur piacendomi, non mi entusiasmò, soprattutto per dei cambiamenti di ritmo nella narrazione che, secondo me, erano controproducenti. Non ho, di conseguenza, comprato gli altri due della trilogia (anche quando li trovavo a prezzi stracciati.)

Sicuramente ti consiglio il romanzo di Rainbow Rowell.

Cecilia Attanasio ha detto...

La misura della felicità mi è rimasto nel cuore, nonostante il finale. Il Baco da Seta l'ho trovato abbastanza scarso, letto soltanto per dare una seconda possibilità alla Rowling, poiché nemmeno il Richiamo del Cuculo mi aveva entusiasmata troppo; tuttavia Robin e Cormoran mi stanno simpatici, ergo continuerò a seguire la saga.
La Straniera, primo libro della saga della Gabaldon è in WL da un sacco si tempo ma tendo sempre a scartarlo perché le saghe lunghissime mi vengono a noia e soprattutto mi confondono; un esempio sono le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco che lessi quando ancora la Mondadori non aveva avuto la bella pensata di ristamparli nella versione originale; a parte il trauma e l'ansia continua, è stato un po' un disastro.
Collen Hoover è una delle autrici più osannate degli ultimi tempi però i suoi libri non m'ispirano per nulla quindi non penso li leggerò a breve.
La saga delle Cronache Lunari invece l'ho trovata molto carina e mi stupisce che Cress non sia ancora uscito anche perché non era andata male in fatto di vendite con i primi due e il giudizio positivo si estende pure al primo volume della saga di Riggs, letto l'estate scorsa e apprezzato; il secondo devo recuperarlo, farò con calma.
Scusa il poema, a presto e buone letture!

Silvia Leggiamo ha detto...

Ciao @Ludo! Sono felicissima che Landine ti sia piaciuto, una certezza in più!

@Cecilia
Ecco. I miei pregiudizi (fittizi, perché non hanno basi logiche)su La Misura della Felicità si stanno sgretolando. Mi sa che devo leggerlo. Secondo me è la copertina che mi frena, motivo stupido lo so, ma mi mette malinconia.
La Straniera te lo stra-consiglio, anche perché ha un suo finale, quindi non sei costretta a continuare la serie.
Per quanto riguarda Cress è vero, Marissa Meyer ha venduto bene, non so cosa stia aspettando la Mondadori, ma anche Schegge di Me è un titolo che ha riscosso tanti consensi, eppure la Rizzoli ha bloccato la serie. Le vie delle Case Editrici sono infinite e ignote u.u

daydream ha detto...

Uh ma io ho letto La vita segreta delle api di Sue Monk Kidd e l'avevo trovato tanto carino e adorabile! Spero si decidano a pubblicare anche questo nuovo visto che è arrivato secondo U.U
Invece la saga della Harkness ispira tanto anche me… ma visto che sono dei mattoncini aspetto pure io di vedere se la Piemme la pubblica tutta °-°
La serie della Gabaldon la volevo leggere pure io… ma mi è passata la voglia per il momento di prendere il cartaceo XD essenzialmente perché la TEA ha detto che il prossimo anno potrebbero fare delle ristampe… e dunque prima di comprare voglio essere sicura di avere tutti i libri di una stessa edizione .-.
Maybe someday se non sbaglio deve uscire in italiano nel 2015 ma non ricordo l'editore X°D
Non capisco il grande successo di L'estate dei segreti perduti °-° io l'ho letto e l'ho anche apprezzato… ma non così tanto ecco °-° forse perché involontariamente mi ero un po' spoilerata il finale :s non so! Per la Oliver sono curiosissima pure io anche se ho sentito che questo libro è molto particolare U.U
Mi stupisco anche di vedere secondo Hollow city visto che ricordo di aver letto praticamente solo pareri delusi a riguardo XD la serie della Meyer invece non mi ha entusiasmata dal primo libro, il secondo poi mi è piaciuto ancora meno… dubito che leggerò Cress! L'ultimo della Clare invece ce l'ho sullo scaffale che attende :D

Silvia Leggiamo ha detto...

>>la TEA ha detto che il prossimo anno potrebbero fare delle ristampe… e dunque prima di comprare voglio essere sicura di avere tutti i libri di una stessa edizione .-.
X°D Capisco! Io ho sempre preso le edizioni della Corbaccio, e nonostante tutto il primo della serie è diverso dai successivi. *__* odio profondo.
Però leggila la Straniera eh. Ti tengo d'occhio :P

Siannalyn ha detto...

Complimenti per il post :) Credo che verrò a consultarlo spesso perché avevo intenzione di prendere spunto dalla lista dei vincitori per alcune prossime letture e "sfruttare" il tuo post è comodo! ;)
Su alcune scelte sono rimasta abbastanza perplessa, ad esempio Cruel Beauty l'ho letto ma non l'ho trovato niente di che, anzi non è che mi sia piaciuto.
Sull'edizione italiana di Sanderson invece avrei da dire un sacco di cose, ma nessuna positiva, quindi mi trattengo :)
E sono contenta che abbiano deciso di portare da noi la Perkins :)

Silvia Leggiamo ha detto...

Ah. A me piacciono le rivisitazioni delle fiabe anche se il rischio fregatura è alto :/
Voglio sapere di Sanderson! Non ti piace la serie? È tradotta male?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...