19 maggio 2014

Libro VS Film - Sfida n° 38

A volte vorrei parlare dei film che mi capita di vedere, ma poi penso che un blog di libri non sia il posto giusto. Allora penso di parlare dei film tratti dai libri, questa cosa avrebbe senso, no? Ma quello che ne viene fuori non è mai una recensione, ma continui paragoni tra due opere dalla struttura tanto diversa. E così nasce questa rubrica (che posterò di giovedì) in cui mi divertirò a mettere sul piatto della bilancia un'opera letteraria e una cinematografica e vedere da che parte penderà l'ago.
LIBRO VS FILM
chi vincerà?

Oggi in sfida
Fiori Senza Sole

 
Parità

Sto facendo il conto alla rovescia, perché il 26 Maggio esce in lingua originale Petals on the Wind, il film per la TV tratto dal celebre romanzo di Virginia Andrews, Petali di Tenebra, il seguito di Fiori Senza Sole (purtroppo entrambi fuori stampa).
Lo so che di Flowers in the Attic vi ho già parlato fino alla nausea (tipo qui e qui), ma potevo non dedicarci una puntata di questa rubrica? Proprio no.
Ma veniamo al libro e al film. Parità. Piaciuti entrambi, soprattutto per un punto che hanno in comune e che hanno saputo trattare ambedue con particolare coinvolgimento, ovvero la morbosità della situazione che porta Chris e Cathy, fratello e sorella, a vivere un rapporto incestuoso difficilmente condannabile. 
Sfido chiunque a non condividere la pena, il dolore, e la nascita di sentimenti tipici dell'adolescenza nel contesto in cui si trovano a vivere. Anzi a sopravvivere. 
I due ragazzi, insieme ai fratellini minori di cui dovranno occuparsi come se ne fossero i genitori, vengono strappati dal calore di una famiglia "vera" in seguito alla morte del padre per finire rinchiusi in una fatiscente soffitta dalla nonna materna. L'anziana donna, una severa matriarca, li vuole nascondere a tutti i costi al nonno, un uomo crudele e arcigno gravemente malato che non deve sapere della loro esistenza, in quanto frutto del peccato.
E così i giorni passano. Le settimane. I mesi. Gli anni...
Il romanzo scandisce sapientemente il passare del tempo, il passaggio dall'infanzia all'età adulta, il lento logorio di sogni e speranze che poco a poco lasciano spazio allo struggimento e alla paura.
Nel film ovviamente è tutto più "veloce", la storia ha il sapore del thriller, ma come il libro riesce a stimolare il lato perverso e malato che c'è in ognuno di noi. O almeno in quei lettori/spettatori che cercano nei romanzi e nei film quello che dalla vita vera non si augurerebbero mai.
Il cast l'ho trovato azzeccatissimo. Dalla sempre bellissima e impeccabile Heather Graham in un ruolo scomodo ma che le calza a pennello, alla poliedrica Ellen Burstyn che ancora ricordo quando vestiva i panni della madre di Regan nel film L'Esorcista. Ma sono sicura che in futuro sentiremo parlare anche della giovane Kiernan Shipka (Cathy) e di Mason Dye (Chris). Soprattutto di Kiernan che coi suoi quindici anni riesce già a bucare lo schermo.
Credo che sia inutile aggiungere altro, potete leggere le recensioni di Fiori Senza Sole e Petali di Tenebra cliccando sui titoli, ma come saprete il secondo non l'ho amato come il primo anche se crea una certa innegabile dipendenza (faccio parte dei lettori malati. No, malatissimi!).
Un ultimo appunto. La serie è composta da quattro romanzi ed entro il 2015 avranno tutti la loro trasposizione televisiva. Sinceramente per me la storia di Chris e Cathy finisce con Petals on the Wind, ma i film li vedrò senza ombra dubbio di dubbio. Le malattie letterarie le curo andando in overdose ^^

Trailer Flowers in the Attic


E adesso guardatevi il trailer di Petals on the Wind


Non siete curiosi???

8 commenti:

Mr Ink ha detto...

Non vedo l'ora di vedere il seguito :D

Anonimo ha detto...

manca una settimana, speriamo di vederlo subbato °_°
Sarah

Siannalyn ha detto...

Questi me li ero completamente persi, ma penso valga la pena recuperarli. Vado ad informarmi subitissimo! :)

Licia Vichi ha detto...

mi hai incuriosita...

daydream ha detto...

E va beh se insisti così mi convinci proprio a leggerlo U_U shame on you! Troppa lunga già la mia TBR XD

Silvia Leggiamo ha detto...

X tutte!
Vale la pena, vale la pena. Recuperate almeno i film se non trovate i romanzi ^^

Emy ha detto...

E infatti nelle biblioteche della mia città i titoli non li hanno T_T ma ho visto in rete che con il prestito SBAM posso avvalermi anche delle biblioteche della cintura e far reperire i libri nella mia. Dai, entro l'estate tenterò questa nuova esperienza e se tutto va bene riuscirò a leggere i romanzi della Andrews.
Intanto mi segno le uscite dei film, perchè non me li voglio perdere :)

PS: ma tu libri più reperibili no?^^

Silvia Leggiamo ha detto...

>> PS: ma tu libri più reperibili no?^^

E' l'anima da rigattiera... che a volte sovrasta l'anima Voodoo *_*

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...