14 marzo 2014

tour della mia libreria #10


Quello di oggi è un tour molto speciale, perché stiamo per sbirciare nel best shelf, ovvero nello scaffale che contiene quelli che per me sono i libri più belli mai letti. I classici DIK del genere romantico, i desert island keepers, quei romanzi che se dovessi naufragare su un'isola deserta vorrei avere con me! E visto che sono furba, nel caso dovesse succedere, naufragherò con delle belle e corpose saghe (forse naufragherò proprio per colpa del loro peso... ma pazienza).
Scommetto che chi mi segue non scoprirà niente di nuovo, ma queste esternazioni di amore totale incondizionato e assoluto a volte sono doverose. E io AMO la Donnelly, la Simons e la Gabaldon, per cui iniziamo!

La Trilogia delle Rose di Jennifer Donnelly
Tre libri che raccontano tre archi temporali uno successivo all'altro. I romanzi potrebbero leggersi anche in modo indipendente, ma si perderebbe la continuity, quindi lo sconsiglio nel modo più assoluto. Tra l'altro per quanto il secondo e terzo libro siano bellissimi, il primo è meravigliosamente unico.

  

I Giorni del Tè e delle Rose. Tutto ha inizio nel 1888 tra i vicoli bui di Londra, nello squallore di Whitechapel, dove la gente non mangia, si ammala e muore. La vita di Fiona è segnata dal dolore e dalle disgrazie, ma anche dal riscatto e dal successo, e se la sua storia d'amore con Joe vi consumerà per oltre seicento pagine, la storia d'amicizia con Nick vi prosciugherà i condotti lacrimali.
» recensione

Come una Rosa d'Inverno. Allora... I Giorni del Tè e delle Rose è uscito nel 2003. Come una Rosa d'Inverno nel 2011. Otto anni dopo... No, ma dico, scherziamo??? Otto anni??? Non stiamo parlando di un libro da due soldi, scritto coi piedi ed emotivamente piatto, ma di un gran bel romanzo. Un romanzo apprezzatissimo che ha anche venduto molto, quindi la politica commerciale di interrompere la serie mi resterà per sempre oscura. Ho aperto petizioni, rotto le scatole alla casa editrice, mi sono incazzata come una biscia e poi finalmente la luce: Come una Rosa d'Inverno veniva finalmente pubblicato! Non avete idea di come mi sentissi. Nel mio cuore squillavano le trombe ed esplodevano fuochi d'artificio: ero letteralmente in standing ovation.
Mi sono catapultata in libreria il giorno stesso che è uscito (ah, ricordo pure che la data è slittata un paio di volte... se volevano portarmi a un livello di frustrazione estrema ci sono riusciti) e l'ho letto in due sere e una mattina. Ero drogata e felicissima di esserlo.
» recensione

La Rosa Selvatica. Non c'è dubbio, la Donnelly ha la grande capacità di creare personaggi fortemente diversi uno dall'altro, ma sempre credibili e d'impatto sul lettore. Per quanto sembri stupido dirlo l'attesa è valsa la pena. Ho abbassato l'ascia di guerra e sono infinitamente grata per la ripresa e la conclusione di questa trilogia che trasuda vita ed emozioni da ogni sua pagina e a questo punto spero solo che qualche Casa Editrice pubblichi altro di questa autrice capace di trasformare le parole in battiti del cuore. Fidatevi.. non è una cosa da tutti.
» recensione

La Trilogia del Cavaliere d'Inverno di Paullina Simons
La meravigliosa storia di Tatiana e Alexander narrata attraverso la storia russa e americana. Tutto inizia a Leningrado nel 1941, tutto finisce in America circa sessant'anni dopo. Ecco... io qualcosa di altrettanto emozionante non l'ho mai più letto. Così tante lacrime non le ho mai più versate. Adesso aspetto di vedere il film che dopo mille peripezie sembra che finalmente verrà girato.

  

Il Cavaliere d'Inverno.
Stupendo, unico, straziante, meraviglioso, appassionante, romantico, poetico... vado avanti?
Ricordo che nel 2001 la sua pubblicazione mi passò davanti agli occhi senza che mi ci soffermassi sopra troppo a lungo. Bella cover, bella trama, bello tutto, ma niente che mi spingesse a spendere quasi 18 euro. Comprai invece l'edizione economica, per 10 euro potevo rischiare...
Vi dico solo che leggevo ovunque. In bagno, a tavola, a letto, per strada. Avevo ospiti a casa in quel periodo e mi nascondevo negli anfratti del mio micro appartamento perché non riuscivo ad abbandonare Tatiana e Alexander.
Una volta terminato di leggerlo - devastata e in lacrime - ho comprato l'edizione rilegata. Un affare: € 18,00 + € 10 = € 28,00. Ma per questo libro ne avrei spesi anche molti di più.
Va al di là della mia comprensione sapere che esistono persone a cui questo romanzo non è piaciuto, perché per me Il Cavaliere d'Inverno non è un libro, ma IL libro. Il classico libro con l'eco.
» recensione

Tatiana & Alexander.
Tatiana & Alexander racconta per 3/4 di libro la storia del Cavaliere d'Inverno narrandola dal punto di vista di Alexander. Ovviamente leggerlo "a ruota" del precedente titolo può penalizzarlo, ma io l'ho letto dopo più di un anno e me lo sono goduta al meglio. Anzi, ho adorato rivivere quei passaggi che tanto avevo amato attraverso gli occhi del mio Shura.
Piccolo aneddoto. L'ho comprato al supermercato, era appena uscito e mi è bastato leggere il retro copertina per mettermi a piangere lì... nella corsia della frutta e della verdura... poche righe ed ero già in uno stato pietoso, vi rendete conto?
"Ovunque sarai e sentirai il vento che sussurra il tuo nome sarò io che ti chiamo, io ti aspetto soldato, oltre la guerra e il silenzio, oltre l'oceano..."
» recensione

Il Giardino d'Estate. Qui sotto il link alla mia recensione assolutamente spoilerosa (vi ho avvisati) ma in questo caso non poteva essere altrimenti. Dovevo celebrare in modo dettagliato questa magnifica saga e non ce l'ho fatta a censurarmi.
» recensione

La serie Outlander di Diana Gabaldon


Parlare di ogni singolo volume  mi è quasi impossibile, per cui ecco cinque buoni motivi per iniziare la serie.
  1. Jamie Fraser (il protagonista più protagonista che esista)
  2. Jamie Fraser (il protagonista più figo che esista)
  3. Jamie Fraser (il protagonista più romantico che esista)
  4. Jamie Fraser (il protagonista più perfetto che esista)
  5. Jamie Fraser (il protagonista più imperfetto che esista)
Va be', mi sono lasciata prendere la mano, ve ne do altri cinque ^^
  1. Claire Randall - perché vicino a un grande uomo ci deve essere una grande donna.
  2. Diana Gabaldon - perché di romanziere come lei ce ne sono poche.
  3. La Scozia e il XVIII secolo - perché durante e dopo la lettura vorrete comprare subito un biglietto aereo, direzione Inverness.
  4. Le emozioni - perché qui si raccolgono a piene mani, garantito.
  5. La serie tv (in fase di produzione) - perché quando dei romanzi finiscono sul grande e piccolo schermo, un motivo ci sarà, o no?
Forse il numero di libri vi potrebbe spaventare, ma in realtà non sono tredici, bensì "solo" sette, visto che la Corbaccio ha avuto la brillante idea, dopo la pubblicazione de La Straniera, di dividere un romanzo in due (complimenti, non sapete quanto vi ho odiato, per colpa vostra sono diventata povera e ho dovuto leggere gli ultimi libri prendendoli in biblioteca...).

1. La Straniera - romanzo completo
2. L'Amuleto d'ambra - 2° libro, parte prima
3. Il Ritorno - 2° libro, parte seconda
4. Il Cerchio di pietre - 3° libro, parte prima
5. La Collina delle fate - 3° libro, parte seconda
6. Tamburi d'autunno - 4° libro, parte prima
7. Passione oltre al tempo - 4° libro, parte seconda
8. La Croce di fuoco - 5° libro, parte prima
9. Vessilli di Guerra - 5° libro, parte seconda
10. Nevi Infuocate - 6° libro, parte prima
11. Cannoni per la libertà - 6° libro, parte seconda
12. Destini incrociati - 7° libro, parte prima
13. Il prezzo della vittoria - 7° libro, parte seconda

Il mio invito è di provare a leggere il primo libro, poi se vorrete potrete anche fermarvi, ma ne dubito. Se entrerete in questa spirale spazio temporale non ne uscirete più!





Ah, ma stavo per dimenticarmi di un libro che non fa parte della mia triade preferita, ma che riposando su questo scaffale merita di essere nominato! Qui qualcuno storcerà il naso (Marta?), perché oltre a essere un romanzo lungo, scritto in minuscolo, pieno di dettagli storici e particolari, è anche decisamente poco romantico... eppure a suo tempo mi piacque un sacco! E mai l'avrei immaginato!
Sapete quei libri che avete in casa da una vita e snobbate a favore delle novità? Ecco, lui era lì da anni e anni, lo aprivo, vedevo quel font microscopico e lo richiudevo all'istante. Poi non so perché ma l'ho iniziato e non mi sono più fermata. Ricordo che una sera ho addirittura aperto il divano letto per leggere in santa pace fino a tardi e non svegliare la mia dolce metà che doveva alzarsi presto... sì, l'ho abbandonato per questo libro, ma - dettaglio del tutto insignificante - credo che nemmeno se ne sia accorto U.U
Perché lo consiglio? Non lo so. A volte non ci sono davvero motivi validi e argomentazioni sufficientemente convincenti per spiegare perché si è amato un romanzo o meno. Fatto sta che Come in Uno Specchio di Karleen Koen (recensione) occupa un posto speciale nella mia anima di lettrice. C'è anche un seguito, Custodisci il Tuo Cuore, ma purtroppo non sono mai riuscita a leggerlo. Forse un giorno arriverà il suo momento... chissà!




A questo punto mi auguro che conosciate
o abbiate letto queste serie, me lo auguro per voi,
ma in caso contrario preparatevi al linciaggio virtuale! :P

Alla prossima!!!

19 commenti:

Giada ha detto...

Si vede che questi sono i tuoi libri preferiti... ma quanto hai scritto?
Però ho letto tutto <3
Scherzi a parte, non posso che concordare con te per quanto riguarda Il Cavaliere, il libro più bello che sia mai stato scritto! Dopo aver finito il primo, hai bisogno di un mese di terapia per riprenderti. Troppi sconlgimenti emotivi... io ero uno straccio T_____T
Dopo sono andata alla continua ricerca di un libro che parlasse di guerra e sofferenza ed è così che mi sono imbattuta ne La straniera. Lo so, non c'entra niente... ma lei era un'infermiera durante la seconda guerra mondiale e anche se va subito nel passato, per me era più che sufficiente *___*. Bellissimo libro anche questo, anche se alcuni risvolti mi hanno lasciato l'amaro in bocca tanto che ho sviluppato una sorta di rifiuto per questa saga e non ho mai voluto leggere i seguiti.
E veniamo alla nota dolente... I giorni del tè e delle rose T____T.
Ma tu mi vuoi tanto tanto bene per cui non mi linci, vero? ♥ ♥ ♥.
Purtroppo il mio approccio con questo libro non è stato dei migliori (ma ti ringrazio ancora di avermelo spedito. Che te l'abbia rimandato senza averlo letto è un dettaglio ♥). Non riuscivo ad appassionarmi alla storia, ma non perchè non fosse bello! Il problema erano quei maledetti drama T____T.
Comunque sia dopo tutte queste lodi come faccio a non riprenderlo in mano? Lo metterò tra le prossime letture, giurooooo

Silvia Leggiamo ha detto...

Hai giurato. E io ho fotografato il commento nel caso un giorno - per chissà quale motivo - volessi rimuoverlo xD
Lo so che ti piacerebbe la Donnelly. Ne sono strasicura!

Tinetta ha detto...

Ciao Silvia, che meraviglia :-) le citazioni del Cavaliere mi fanno ancora venire i brividi. Ogni tanto rileggo la trilogia e tutte le volte ho la stessa reazione della prima volta.
E adoro anche la Gabaldon, gli ultimi libri hanno perso un po' di smalto, ma io non demordo, non vedo l'ora che sia giugno per leggere il prossimo(io, per fortuna, ho scoperto tardi questa saga, quindi ho tutti libri in edizione TEA. Il portafoglio ha pianto lo stesso, ma almeno i prezzi erano decenti!).
... e la serie TV?! Wow!!

Silvia Leggiamo ha detto...

Cara @Tinetta ma come si fa a resistere alla poesia della Simmons?
La Gabaldon (anzi la Corbaccio) mi ha fregato... ho tutte le edizioni rilegate T_T
P.S. Se non la conosci ancora leggi la Donnelly!!!

Tinetta ha detto...

Silvia, ho letto anche la trilogia della Donnelly, e mi è anche piaciuta, però, secondo me, non regge il confronto con Paullina e Diana (sono mie amiche ormai XD). Per dire, ho preso i libri in biblioteca e non ho sentito il bisogno di comprarli una volta letti... il Cavaliere mancava poco che me lo portassi a letto come un peluche :-)!

Silvia Leggiamo ha detto...

ok, mi ritiro nel mio cantuccio allora -_-
Lo so che la storia di Tatiana e Alexander emotivamente è devastante e non teme paragoni, ma sul podio insieme a Paullina e Diana potevo mettere solo Jennifer (sono pure amiche mie xD)

Anonimo ha detto...

Ebbene si, concordo su tutto adoro la Donnelly, la Gabaldon e venero la Simons. MA! c'è un ma, come già hai anticipato tu, "come in uno specchio" non mi è piaciuto, anzi non l'ho proprio terminato. Ho letto la tua recensione e sono corsa in biblioteca a prenderlo ma.... nada, encefalogramma piatto non l'ho neppure finito!

Alla faccia di chi dice che le tue lettrici si bevono tuttociò che dici!

Marta

Anonimo ha detto...

Temo il film sul Cavaliere d'inverno perchè secondo me se non viene fuori un capolavoro, viene fuori uno schifo non c'è via di mezzo!

PAURAAAA!

Marta

Silvia Leggiamo ha detto...

@Marta
[Alla faccia di chi dice che le tue lettrici si bevono tuttociò che dici!]

Ma come, non ti vergogni ad avere una tua testa con cui pensare e a non dire che Come in uno Specchio è bellissimo solo perché l'ho detto io? Mah... guarda... non so se potrò rivolgerti ancora la parola!

Ma veniamo a cose serie (ho deciso di continuare a rivolgerti la parola, sarò anche una millantatrice, ma sono buona): il film del Cavaliere.
Così come sono quasi certa che la serie tv de La Straniera sarà ben fatta, su questo film - nonostante la feroce curiosità - ho qualche riserva. Forse avrei preferito una miniserie, perché sono tante, tantissime, le cose che rendono questa storia così magica, e in due ore non so se sarà possibile. E' vero però che adesso vanno pure di moda i film a puntate O_O

..Mary.. ha detto...

Bellissimo post *__*
Forse è arrivato il momento di leggere Il cavalier d'inverno!!!! Sono cosi curiosaa!!
Ho letto La straniera, un bellissimo libro, ma non mi ha convinto u parte sul finale. Infatti devo decidere se leggere i continui o meno!!!!

La libreria di Tessa ha detto...

...ma quanti bei libri! il genere mi piace, ma ammetto di non conoscere la Donnelly, immagino sia una cosa grave...devo rimediare in breve tempo! (confido nella biblioteca, altrimenti diventerò povera pure io!).

Silvia Leggiamo ha detto...

@Mary
La parte finale della Straniera a me ha messo k.o. Avevo la nausea. Il mal di testa. Stavo fisicamente a pezzi. Detta così sembra che mi abbia fatto schifo, invece mi è piaciuta molto, coinvolgimento a mille!
Il Cavaliere credo che sia uno di quei libri che ogni lettrice con un'anima romantica non possa esimersi dal leggere. Davvero.

@La libreria di Tessa
Sì gravissima (10 frustate per penitenza) ma sei in tempo per redimerti! De I Giorni del Tè e delle Rose c'è anche l'edizione economica!

Lady Debora ha detto...

Il cavaliere d'inverno è pura poesia, magia, amore *___* il libro più bello della mia vita e pensare che l'ho scoperto per caso attratta dalla cover! Un libro che tutti dovrebbero leggere una volta nella vita, non so proprio come facciano a dire che non gli è piaciuto T.T cioè basta leggere quelle due righe tratte dal libro per capire l'emozione del libro *___* non vedo l'ora che esca il film ma se mi mettono un Alexander brutto come un cesso pubblico li insulterò ferocemente!!!!
La straniera il primo mi era piaciuto ma non tanto da fiondarmi in libreria di testa come i seguiti del libro sopra citato (e amato ;p) ma mia sorella mi ha regalato il continuo peciò penso proprio di riprenderlo da capo per poi continuarlo!!!
La serie della Donnelly c'è l'ho in ebook ma non avevo idea che potesse essere bella, mi aspettavo qualcosa di mediocre... caspiterina mi sa che la devo riesumare dagli anfratti della chiavetta!!! ;p poi ti farò sapere ahahahahah XD
L'ultimo mai sentito in vita mia, però non so, se mi capita tra le mani magari usato lo prenderò, mi hai incuriosita ^^

Giusy P. ha detto...

Bellissima la tua libreria *____*
quanto mi piacerebbe averne una del genere *__* sfortunatamente casa mia è piccola e non c'è abbastanza spazio per una libreria del genere ç__ç comunque, de Il cavaliere d'inverno ne ho sentito parlare ovunque benissimo..sono ancora indecisa se leggerlo perché la trama non mi ispira tanto però sono molto curiosa :3

Giusy P. ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Silvia Leggiamo ha detto...

@Lady Debora
Ciao Debora, allora...
Sul Cavaliere siamo d'accordissimo, sulla serie della Straniera non so che dire... per me il seguito, L'Amuleto d'Ambra tra tutti è il meno bello, quindi se per caso vorrai leggerlo devi avere anche Il Ritorno, è d'obbligo!
La trilogia delle rose sono sicura che ti potrebbe piacere, mentre Come in uno Specchio, è molto storico, un libro ricco di dettagli (e per molti magari noioso), ma su di me ha fatto presa ^^ Io nell'usato l'ho trovato spesso (forse ha fatto schifo a tutti xD) quindi non dovresti far fatica a recuperarlo anche a pochissimi euro!

@Giusy P.
Io anche quando avevo la casa piccola la libreria l'avevo grande xD rinunciavo ad altro, ma allo spazio per i libro proprio no!
Per il Cavaliere non pensare alla trama, leggilo e basta, conquista dalle primissime pagine!

Valentina ha detto...

Breve, brevissima premessa: dovrei essere occupata a lavorare, e invece sono in ufficio a cercare cose su internet che solo un lettore incallito puo' comprendere. Cose tipo: "Libri tipo La straniera" o "Trilogia delle rose libri simili"... ecco, ci siamo capiti.

Premessa a parte, mi si e' sciolto il cuore a leggere questo post e vedere due dei miei giganteschi amori nominati qui! La trilogia delle Rose mi fa impazzire, e ad anni di distanza dalla prima volta che l'ho letto sono ancora innamorata di Sid Malone. Jamie Fraser pero' si e' rivelata una sensazionale scoperta, e ora eccomi qui a cercare un nuovo paladino da adorare tra le righe.

Ho notato che questo e' un post del 2014, ma il mio animo romantico non si arrende, e sono qua a chiederti con gli occhi speranzosi: In questi anni hai mai trovato altro di tanto sensazionale? Ho bisogno di leggere libri meravigliosi, ho bisogno di perdermi in un'altra storia che mi faccia dimenticare dove sono e che giorno sia.

Ho bisogno di un ottimo romanzo, in poche parole. :)

Silvia Leggiamo ha detto...

Ciao Valentina, purtroppo (o per fortuna, dipende dai punti di vista xD) questo post è ancora attualissimo in quanto la trilogia delle rose, quella del Cavaliere d'inverno e la serie de La Straniera sono ancora le mie preferite in assoluto!
Condivido ogni tua parola su Sid e Jamie, ma Alexander l'hai conosciuto vero?!?!

Valentina ha detto...

Ciao Silvia,

Grazie per la risposta!
Ho avuto il piacere di conoscere anche Alexander, ma ammetto che non mi ha catturato quanto Sid o Jamie. Tra l'altro, tornando a Jamie, non so se hai visto la serie di Outlander - la stanno trasmettendo su Netflix e ne sono assolutamente stregata.

Complimenti per il blog, continuo a saltellare tra i tuoi post per consigli di lettura: una boccata di aria fresca in questo lunedi in ufficio! :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...